Linkedin Ads: come promuoversi nel B2B

Linkedin è certamente la piattaforma professionale più famosa al mondo ed è un ottimo strumento per promuovere la propria attività, soprattutto se si lavora nel B2B. Accanto alla gestione ordinaria della pagina Linkedin della propria impresa, può essere davvero molto interessante avviare una campagna advertising ben profilata e destinata ad aziende e professionisti che più corrispondono al nostro target.

Vediamo quali sono le possibilità di pubblicità offerte da Linkedin, tenendo presente che per poterci promuovere attraverso annunci a pagamento occorre avere una Company Page dove pubblicare i nostri contenuti.

Per la creazione della campagna Adv occorre accedere alla sezione Linkedin Campaign Manager creando un account pubblicitario.

Campagne Linkedin: definizione degli obiettivi e del target

Su Linkedin possiamo profilare in modo molto puntuale l’audience destinataria dei nostri annunci: possiamo scegliere l’area geografica, ma soprattutto, aspetto molto interessante, possiamo profilare molto in profondità le aziende che vogliamo raggiungere con la nostra campagna.

Le opzioni offerte da Linkedin Ads, infatti, sono diverse: le dimensioni dell’azienda, il settore di attività, il numero di dipendenti. Possiamo anche decidere esattamente a quali aziende destinare la nostra campagna oppure possiamo ragionare sulle persone che lavorano in azienda in base a qualifica ed esperienza.

Un altro aspetto essenziale da pianificare prima dell’avvio della campagna Linkedin è l’obiettivo che vogliamo raggiungere.

Come per le campagne Google Ads, anche su Linkedin è essenziale per prima cosa individuare gli obiettivi della nostra campagna: che sia generare contatti oppure aumentare la visibilità del brand o ancora ottenere conversioni sul sito o candidature per un’offerta di lavoro, sarà l’obiettivo a guidare la costruzione della campagna.

I formati degli annunci Linkedin

Gli annunci della campagna Linkedin possono avere diversi formati.

Possiamo utilizzare un classico annuncio con una o più immagini o con solo testo o con un video che compare nel feed notizie. Possiamo anche sponsorizzare un post.

Possiamo creare degli annunci dinamici personalizzati in base ai dati del destinatario oppure creare degli annunci inmail, in questo caso si tratta di un vero e proprio messaggio recapitato nella posta in arrivo di Linkedin del target scelto (molto utile nel caso il target siano determinati figure aziendali e professionisti di nostro interesse).

Linkedin ads: scelta del budget e dell’offerta

Il budget della campagna può essere scelto su base giornaliera o totale, ma Linkedin, a differenza di Google e Facebook, impone un minimo giornaliero di 10€.

Possiamo optare per un’offerta automatica oppure con CPC ottimizzato o CPM massimo con un costo per mille visualizzazioni.

Sicuramente, se l’obiettivo è quello di ottenere più conversioni sul sito o generazione di contatti, è bene optare per un’offerta automatica o basata sul CPC. Se però l’obiettivo è quello di aumentare la popolarità di un brand l’offerta per CPM potrebbe essere più interessante.

La costruzione degli annunci Linkedin

Una volta creata la campagna e definita l’azione di conversione che vogliamo tracciare, dobbiamo costruire gli annunci veri e propri.

Gli annunci possono essere sponsorizzazioni di post già pubblicati sulla nostra pagina aziendale oppure annunci costruiti ad hoc per la nostra campagna con titoli, testo introduttivo e immagine o video in base al formato scelto. È importante inserire anche una call to action per spingere gli utenti alla conversione.

Abbiamo visto come creare una campagna Linkedin e come questa possa essere efficace soprattutto per il B2B.  Se vuoi sondare le potenzialità di Linkedin Ads per la tua impresa e iniziare a promuoverti su questo social contattaci! Possiamo supportarti al meglio in questa nuova avventura!